domenica 1 ottobre 2017

Ripartire

Chissà se è una maledizione come quella del Vecchio marinaio, oppure se si tratta solo di ali.

So che quando sembro comodamente seduta, persino le poche volte che lo sono davvero, c'è già qualcosa che preme. C'è un movimento che si imprime e non tardo a riconoscerlo.

RIPARTIRE.

Ripartire per credere, ripartire per crescere, per fare un passo indietro e correre poi avanti. 

Non importa se il timone appaia troppo grande e le mie mani possano anche tremare.

E' quando mi siedo, un istante, che so che devo ripartire.

martedì 22 agosto 2017

Dialoghi reali - quando ci credo

- comunque te l'ho detto, per il tuo segno zodiacale è previsto un periodo terribile.

- ma no dai... ehi guarda, il tuo segno ha quattro stelle,  va a gonfie vele.

- non credo a queste cavolate


Credenza a intermittenza.

In ogni abbraccio

In ogni abbraccio, nella buona e nella cattiva sorte. Oggi mi ripeto questa formula, e mi sento di interpretarla con una forza che non mi appartiene.

Ma perché so che l'ho già vissuta, con te, papà.

L'obbedienza e la ribellione. La felicità e il cascare più a fondo di quanto si possa. Il morire e il rinascere. Il giocare e il perdere, sempre ridendo.

In ogni abbraccio, siamo stati, rimarremo noi.

Un gesto gentile

Un amico che ho solo sfiorato, racconta di un gesto gentile, compiuto tra la folla indifferente.

E mi assale un gesto gentile, compiuto contro me stessa perché avevo una tale fretta e c'era una tale folla che qualcun altro poteva fermarsi.

Invece Qualcuno volle che mi fermassi io e aiutassi e confortassi qualcuno tra la folla indifferente. Non avevo meriti, se non il Suo sguardo. Ma per quel gesto gentile, che non era merito mio, mi sono convinta di aver ricevuto un'altra grazia: quella di essere presente, mentre la persona a me più cara spiccava il volo verso l'eternità..

Un gesto gentile, senza che neanche noi siamo eroi. Solo umani, nel mio caso colpiti da una Grazia.

Un gesto gentile, ci salverà.

lunedì 21 agosto 2017

Un raggio non ha bisogno

Un raggio non ha bisogno di gridare. Si posa su un fiore, scava tra le foglie con il solletico e racconta che la luce è in ogni nostro passo.

Visibile o soffusa, che solo sfiora il viso. Un raggio conficcato su un fiore selvatico, protetto da un verde paterno.

Un raggio non ha bisogno di affermarsi, ma di donare. Forse come noi.

Notte e un'azalea sempre con me

La mia azalea è così candida che i suoi petali durano pochi giorni. Forse per non destare troppa attenzione.

Non conto le settimane dalla sua fioritura e adesso la terra è arida come la mia tentazione di essere adulta e realista.

Ma il suo candore vivo, lo ricordo ogni giorno. La mia azalea e il pegno che porta, sono sempre con me.

Notte e un'azalea sempre con me.

domenica 20 agosto 2017

Solo una lacrima

Sulle foglie morbide, solo una lacrima . Osserva in disparte la luce che viaggia e si prepara a dissolversi senza attirare troppo l'attenzione.

Solo una lacrima, più vera di tanti piagnistei. Al confine con un grido di gioia, in un'estate non troppo convinta, tanto che anche le ortensie non si vestono di troppi fiori.